Mobility as a Service 

Mobility as a Service (MaaS) descrive il passaggio da una modalità di trasporto intesa come uso di mezzi personali (come ad esempio l'automobile privata) verso l'adozione di soluzioni di mobilità che vengono consumate come servizi, quindi escludendo la necessità di mantenere la proprietà dei mezzi di trasporto. Questo nuovo concetto di mobilità è reso possibile dalla combinazione di servizi di trasporto da parte di fornitori sia pubblici che privati erogati ​​attraverso gateway unificati che creano e gestiscono il viaggio, e che gli utenti possono pagare con un singolo account. 

Gli utenti possono pagare 'per viaggio' o ' per una tariffa mensile',  per distanze limitate o illimitate. Il concetto chiave del MaaS è quello di offrire un servizio completo di trasporto in base ad ogni singola esigenza di viaggio. Il concetto di MaaS non è limitato alla mobilità individuale; l'approccio può essere applicato anche alla circolazione delle merci, in particolare nelle aree urbane.

MaaS è l'alternativa spensierata ed ecologica al possesso di un'auto. Funziona scegliendo l'opzione migliore per ogni viaggio personale, d'affari o turistico: che si tratti di un taxi, di un trasporto pubblico su gomma o su ferro, di un servizio auto o bike-sharing; consente di gestire la mobilità quotidiana nel modo più intelligente possibile. MaaS può includere l'erogazione di servizi a valore aggiunto, nel turismo facilita le persone nei loro viaggi e nella pianificazione delle escursioni consentendo di vivere con facilità l'esperienza.

MaaS è un concetto nuovo, la prima soluzione MaaS al mondo è stata avviata nella regione di Helsinki (Finlandia) alla fine del 2016.

Storia

Il concetto di "assistente all'informazione di viaggio intelligente" che integra diversi servizi di viaggio e turismo è stato introdotto alla conferenza ENTER, nel 1996. 

Il concetto è nato per la prima volta in Svezia, primi esperimenti di processo ben eseguiti sono stati condotti a Göteborg con il modello di abbonamento mensile, che tuttavia, venne interrotto a causa della mancanza di supporto a livello governativo.

Il concetto attuale di MaaS  è diventato poi di dominio pubblico grazie alll'impegno del Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni della Finlandia, all'imprenditore Sampo Hietanen (AD della società ITS Finland, successivamente fondatore e Presidente di Maas Global), a Sonja Heikkila, studente magistrale presso l'Università di Aalto. 

MaaS è diventato un argomento popolare nel 2015, al Congresso ITS di Bordeaux, in seguito al quale è stata costituita la Mobility as a Service Alliance. 

Il progetto "Mobinet" finanziato dall'UE, ha gettato le basi per l'adozione in Europa del MaaS. 

L'imprenditore tecnologico britannico Justin Whitston, al World Business Travel Show ha lanciato (Mobilleo) la prima MaaS app al mondo specificamente progettata per il business.

Funzionamento 

Mobility as a Service è alimentato da una miriade di nuovi e innovativi fornitori di servizi di mobilità come servizi di condivisione della mobilità privata e di e-hailing (il processo di 'chiamata' di un'auto, un taxi, una limousine o qualsiasi altra forma di trasporto eseguita tramite computer o dispositivo mobile)  programmi di bike sharing e servizi di car-sharing , nonché attraverso la costruzione di servizi di  linea 'pop-up' di bus urbani. Lo sviluppo della MaaS è reso possibile, inoltre,  dal miglioramento nell'integrazione di più modalità di trasporto in un 'flusso di viaggio senza soluzione di continuità', con prenotazioni e pagamenti gestiti unitariamente per tutte le tratte del viaggio.

Ciò che fa presagire il prossimo sviluppo di massa del concetto MaaS sarà anche la prossima introduzione delle auto a guida autonoma, che mettono in discussione il vantaggio economico di possedere un'auto personale rispetto all'utilizzo di servizi di auto su richiesta.

La pianificazione di un viaggio in modalità MaaS inizia in genere con un pianificatore di viaggio:  un pianificatore di viaggio può mostrare ad esempio  che l'utente può spostarsi da una destinazione all'altra utilizzando una combinazione volo/treno/autobus chiudendo l'ultimo miglio con il servizio che viene offerto sul territorio. L'utente può quindi scegliere il viaggio preferito in base a costi, tempi e convenienza. A quel punto, tutte le prenotazioni necessarie (ad esempio, la chiamata di un taxi, la prenotazione di un posto su un treno di lunga distanza) verrebbero eseguite come una unica unità di viaggio.  E' previsto che il funzionamento di questi servizi  debbano essere facilitati dal 'roaming', ovvero che la stessa app usata  dall'utente finale debba funzionare in città diverse, senza che l'utente debba acquisire familiarità con una nuova app o registrarsi a nuovi servizi.

Impatto a breve termine

Mobility as a Service può essere causa di un calo del numero privato di automobili. Non è ancora chiaro se potrà  ridurre le emissioni complessive delle automobili, dal momento che il numero di veicoli-chilometri-percorsi (VKP) potrebbe essere superiore a quello delle auto private, a seconda del VKP dovuto  ai veicoli MaaS vuoti e della relativa estensione della condivisione del viaggio. In generale, se aumenta l'occupazione media del veicolo per il tempo di percorrenza, il VKP totale diminuirà.

MaaS potrebbe aumentare significativamente l'efficienza e l'utilizzo dei fornitori di servizi di trasporto che contribuiscono alla rete di mobilità generale di una regione: le previsioni proiettano il MaaS capace di facilitare l'utilizzo dei servizi di trasporto esistenti che aumenteranno l'efficienza dell'intera rete; in definitiva, una rete più efficiente abbinata all'impiego e l'uso di nuove tecnologi potrà ridurre significativamente il costo del trasporto pubblico.

The Rise of Mobility as a Service

sezione in progress continuo

 

concept e contenuti elaborati in regime di volontariato collaborativo tra  professionisti, esperti, insegnanti,

 docenti universitari, cittadini del mondo civile e militare

Associazione di Promozione Sociale\Ente del Terzo Settore

CARABINIERI 4.0 

infomail at impresa sociale carabinieri 4.0 

 

un progetto © 2016-19CENTRO STUDI e RICERCHE ARTECNOLOGIA 4.0  

Connect online:

  • Facebook Clean